Sostanze dopanti 17 sub nei guai

Il doping dilaga anche ai campionati mondiali di attività subacque in corso a Bari. La Guardia di finanza ha infatti sequestrato a 17 atleti ucraini, ungheresi, danesi e coreani medicinali, siringhe, fiale e sostanze proibite. Il blitz è scattato all’aeroporto del capoluogo pugliese, dove gli agenti hanno controllato a campione i bagagli dei sub iscritti alla competizione, trovando il materiale sospetto. Il magistrato che ha poi disposto il sequestro ha voluto precisare che nessuno dei 17 atleti presenta patologie tali da giustificare il possesso di tali sostanze e ha con sé ricette mediche. Così è scattata immediatamente la denuncia.