Il sottile fascino del tempo d’una volta

Un Regolatore vestito da «Portoghese» e un orologio in stile ultraclassico

Giorgio Scaglia

Si chiama Regolatore e proviene dal passato prossimo della storia dell’orologeria: un tipo di orologio in cui le lancette delle ore, dei minuti e dei secondi erano collocate su assi diversi e fornivano indicazioni su quadranti diversi. Tutto ciò al fine di favorire una lettura molto precisa, soprattutto dei minuti e dei secondi. Impiegato per molti anni in laboratori scientifici e osservatori, il Regolatore da qualche tempo è stato riscoperto dall’orologeria da polso e l’ultimo modello presentato è quello della International Watch Company, la manifattura dal nome americano ma di nascita e crescita svizzera al cento per cento.Il nuovo modello è stato realizzato con la cassa del Portoghese, un orologio creato una settantina di anni addietro per i mercati del Portogallo, che richiedevano segnatempo di grande precisione. Ecco perché, dovendo ospitare un movimento da tasca con le caratteristiche volute, venne creato un modello da polso di taglia notevolmente più grande del solito.
Con la cassa del diametro di 43,5 mm, il Portoghese Regolatore rispetta la tradizione e impiega un movimento da tasca, visibile attraverso il fondello, con carica manuale, 22 rubini e una riserva di marcia di46 ore. Altri segni particolari sono la platina trequarti in lega d’argento e l’indice della racchetta extralungo per la regolazione della marcia. Realizzato in platino (tiratura limitata a 500 esemplari) e anche in oro rosa e in acciaio, l’orologio è impermeabile fino a 30 metri e ha il quadrante argenté dove, la parte di primo piano spetta alla lancetta dei minuti, mentre le ore sono indicate nel quadrantino in alto. Di grande qualità e d’innegabile fascino, anche meccanico, il Portoghese Regolatore ha un prezzo base di 8.900 euro, che sale a 14.100 per la versione in oro e a 28.300 per quella con la cassa in platino.
Tra i grandi maestri orologiai di tutte le epoche va annoverato il danese Urban Jürgensen, la cui azienda venne fondata nel 1733 e che, dopo un periodo di buio, oggi è tornata a produrre. Soprattutto pezzi assai complicati e dai costi inarrivabili, ma anche modelli più abbordabili e sempre di altissima classe. Tra questi, abbiamo scelto quello con referenza n.8: un solo tempo con cassa in oro o in platino, dal design molto classico. Con le anse a goccia e un diametro di 37 mm, l’orologio ha il quadrante, in argento massiccio inciso a mano, con numeri romani serigrafati o indici applicati in oro, al pari delle lancette.Dotato di movimento a carica automatica, con 31 rubini e rotore in oro,il modello può anche avere il datario a finestrella alle ore 6 ed è completato da un cinturino in alligatore con fibbia ad ardiglione o déployant. Pur essendo un «solotempo», questo Urban Jürgensen si segnala per l’estrema classicità del design e per il blasone, apprezzato da molti cultori dell’orologeria di grande qualità. Il prezzo è proporzionato: da 17.010 euro.