Sotto la cupola d’oro le tombe degli imam

La moschea di Samarra è uno dei luoghi più sacri per gli sciiti: sotto di essa si trovano le tombe del decimo e dell'undicesimo imam e a essa è legato anche il culto del cosiddetto imam nascosto. Samarra è una città di circa 200mila abitanti a maggioranza sunnita e il suo monumento più famoso è il minareto elicoidale di 52 metri chiamato Malwiya, che parte della grande moschea eretta a metà del IX secolo. Per gli sciiti è particolarmente importante il complesso sacro che contiene il mausoleo, sovrastato dalla cupola dorata, del decimo imam, Ali bin Mohammed al Hadi, e dell'undicesimo, Hadi al Hassan al Askari. Nel mausoleo si trovano anche le tombe di due donne venerate dagli sciiti, Hakima Khatun, sorella del decimo imam, e Nargis Khatun, moglie di Hadi al Askari e madre del Mahdi, l’ultimo degli imam, il dodicesimo, più noto come imam nascosto. Questi aveva appena cinque anni quando il padre al Askari morì nell'873. Il bambino si chiamava Mohammed e gli sciiti credono sia miracolosamente sparito. Secondo gli sciiti, l'imam nascosto - ultimo nella fila dei discendenti legittimi del profeta Maometto - tornerà sulla terrà il giorno del giudizio.