Sotto il Duomo brillano i colori della moda

«Milano Vale», dice e scrive l’assessore alle attività produttive Tiziana Maiolo. E vale di più quando la città si accende con la luce della moda. Milano vale nei suoi vestiti a festa: una marea di eventi e appuntamenti che prenderanno vita da domani fino al 24 febbraio. Anzi. Se teniamo conto della presentazione del libro «Via Montenapoleone», tenutasi ieri, le manifestazioni dedicate al fashion sono già iniziate. Il testo, curato dall’effervescente Claudia Buccellati, racconta la storia e i segreti della famosa via per eccellenza dello shopping milanese, famosa a livello planetario. «451 metri di lunghezza, 585 passi di donna, 180 vetrine. Negli anni Venti vi si incontravano i Carrà, i Boccioni» e via di questo passo con aneddoti e racconti che fanno di via Montenapoleone la «vera» via di Milano. «Teniamoci ben stretta la moda – ha detto Buccellati -. Bisogna puntare al dialogo con le istituzioni e le amministrazioni». E non c’è dubbio che Milano dialoghi con la moda, protagonista, per due settimane, dell’intera città. Per l'occasione il Comune ha predisposto un nutrito calendario di iniziative. Tra gli eventi previsti, il concerto di Zucchero, al Dal Verme domani, mentre venerdì al Four Season alle 12.30 si svolgerà la sfilata dei capi realizzati dalle stiliste-detenute della cooperativa Alice. Sabato 17 e domenica 18 sarà possibile salire su una mongolfiera che si alzerà da piazza Duca d'Aosta e «guardare Milano dall'alto». Sempre da sabato, fino al 25 febbraio, l'Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele ospiterà installazioni con donne danzanti opera di Chiara Boni sotto il titolo «Io sono immaginaria», un’installazione di immagini molto grandi piene di forza e poesia: un regalo, a chi passa, di vera bellezza.
Dal 23 al 26 febbraio, torna negli spazi di Fieramilanocity «46... 52 Plusize», la manifestazione dedicata alla moda in taglie comode, organizzata da Expocts mentre il 27 la Sala delle Colonne del Museo della Scienza e della tecnica accoglierà una sfilata benefica di Raffaella Curiel. La rassegna avrà un prolungamento fino all'1 aprile con l'esposizione a palazzo Reale sulla donna nell'antico Egitto. E dal 20 febbraio all’1 aprile, alla Triennale, si terrà la mostra dei capolavori di Giorgio Armani, realizzati in 30 anni di attività milanese che lo hanno fatto definire «Re Giorgio» in tutto il mondo. «La scommessa di questo febbraio 2007 – ha concluso Tiziana Maiolo - è basata sull’immagine di fashion vitale».