Sotto l’albero meglio soldi

Non si illudano i genovesi di andare in controtendenza rispetto al resto dell’Italia: il loro regalo di Natale, al 52 per cento, non sarà quello che chi lo riceve si aspetta o gradisce. A fornire questo inquietante dato è una ricerca redatta dall’agenzia inglese Research Now e commissionata da Western Union, società specializzata nei servizi di money transfer. La seconda notizia, sempre pessima, è che gli italiani sono addirittura i primi in Europa in questa classifica negativa del ceffare il dono sotto l’albero. La media europea dei «gaffeur», infatti, si attesta sul 28 per cento che impallidisce ripetto al nostro 52. Il 17 % degli italiani, poi, ha ricevuto lo stesso regalo due volte; il 21 % ha avuto doni che non erano della misura giusta o non funzionavano correttamente. Come rimediare allora? Uno che se ne intende, Gabriel Sorbo, regional direcyor Western Union Italia, Grecia, Malta e Cipro, sostiene che il 54 per cento degli italiani preferirebbe ricevere soldi invece che oggetti, per potersi poi comprare il dono su misura: «Il contante - dice - può essere il modo giusto per fare un regali perfetto e senza stress».