Sotto l’ombrellone vince il giallo

Piccolo sondaggio tra i frequentatori della manifestazione «Approdo alla lettura» ospitata sul pontile di Ostia con 30.000 passaggi in un mese

È il giallo la lettura preferita sotto l'ombrellone. Lo confermano i dati e le preferenze del pubblico di «Approdo alla lettura», la manifestazione inserita nel cartellone dell’Estate Romana che fino a settembre anima il pontile di piazzale dei Ravennati a Ostia con spettacoli e presentazioni di libri.
Un’area di oltre 150 mq dove è possibile scegliere tra cinquemila pubblicazioni di tutte le maggiori case editrici. Ce n’è, insomma, per tutti i gusti: dai classici Einaudi, Mondadori, Bompiani e Feltrinelli agli economici della Newton & Compton; dai libri «alternativi» delle Mediterranee e della Hermes Edizioni a quelli per ragazzi; dai bestseller ultimo grido alle edizioni limitate.
Un vero paradiso della lettura preso d’assalto, quotidianamente, da numerosi visitatori. Sono migliaia le presenze registrate dagli organizzatori: quasi 30mila passaggi in un mese nella sola area spettacoli e una cifra che cresce, a dismisura, se consideriamo anche l'area espositiva.
E se entriamo nello specifico, il padrone della scena resta lui, Il Codice da Vinci di Dan Brown che ha coinvolto nel successo anche l’altro libro dell'autore, Angeli e demoni. Nonostante il polverone alzato intorno alla vicenda, con tanto di battaglie legali e libri ufficiali che mettono alla berlina i falsi storici e le inesattezze romanzati dall’impavido insegnante e storico dell’arte, i lettori continuano a premiare il thriller o ad esserne incuriositi. Come è logico che sia, anche la letteratura «anti-Codice» fiorisce e grazie alle edizioni Mediterranee, il pubblico di Approdo alla lettura è stato partecipe di una serata dedicata al mistero di Rennes Les Château, paese francese dove è nascosto il segreto del famoso parroco Sauniére.
Giallo e thriller, in tutte le loro manifestazioni, restano in cima alle preferenze di lettori più o meno adulti: dai classici di sempre ai romanzi di Patricia Cornwell, Ken Follet e dell’ottimo Carlo Lucarelli, unitamente ai libri di criminologia abilmente scritti da quest’ultimo. Agata Christie resiste, sempreverde madre di complotti e trame intricate.
Un vero boom, poi, fanno registrare le edizioni economiche. La Newton & Compton si conferma la casa editrice prediletta della popolazione. Grazie ad essa tanta gente ha avuto l'opportunità di avvicinarsi al mondo dei libri a prezzi contenuti e, ora, le collane della Newton sono moltiplicate tanto che i lettori possono sviscerare qualsiasi argomento senza svuotare troppo il portafoglio.
Tra le novità, l’unico bestseller da spiaggia si conferma Paulo Coelho con Zahir (Bompiani).