Sotto le stelle l’autore è «nudo» L’estate in compagnia dei libri

Al via da martedì la nuova edizione di «Libri in campo» la manifestazione dedicata alla piccola editoria

Pier Francesco Borgia

Tra le manifestazioni dell’Estate Romana è sicuramente una delle meno chiassose e adatte ad un pubblico ampio. «Libri in campo», giunta quest’anno alla sua tredicesima edizione, aprirà i battenti martedì 28 giugno nella consueta cornice di piazza Santa Maria in Trastevere. La formula vincente, ideata e curata da Maria Ida Gaeta, non si cambia: piccoli e grandi editori rispondono all’appello degli organizzatori per portare non solo libri e stand, ma anche critici, autori e - in molte occasioni - attori e musicisti per serate dove il pretesto è di certo il libro, ma dove si finisce - inevitabilmente - per parlare di tutto. Quest’anno «Libri in campo» sfrutta anche una fortunata sinergia con un’altra manifestazione dell’estate capitolina: «Raccordi. Letteratura e teatro» che verrà ospitata nella stessa piazza e - per quattro incontri - nel chiostro del Museo di Roma in Trastevere (piazza Sant’Egidio). I primi appuntamenti danno il segno dell’ampiezza del raggio d’azione che gli organizzatori si sono permessi, riconoscendosi come unico limite un titolo, forse abusato, ma sempre efficace: «L’autore nudo - Libri e non solo».
Si va dai migliori talenti della nuova drammaturgia (Edoardo Erba, Emma Dante e Ascanio Celestini) agli scrittori di punta del panorama contemporaneo (Marco Lodoli, Tommaso Pincio, Christian Raimo, Sandro Veronesi e Claudio Piersanti), passando per il contributo di alcuni dei più acuti critici di oggi (Marino Sinibaldi e Goffredo Fofi) e attori (Anna Bonaiuto e Michela Cescon). «Raccordi», nata nel 2001, propone forme di contaminazione tra linguaggio narrativo e linguaggio della scena. Il programma e i titoli delle serate nascono dai temi tratti da un’antologia ideata per le scuole superiori, Storie della vita a cura di Marco Lodoli e Emanuele Trevi (Zanichelli) scelta da Rodolfo di Giammarco e Paola Rotunno per collaudare una formula che coinvolga anche, ma non solo, un pubblico di giovani, che attraverso il ciclo di letture/mise en space avranno la possibilità di conoscere autori contemporanei, opere dell'ultima generazione, importanti maestri scomparsi, anche stranieri, della letteratura.
Tutte le sere dalle 18 alle 24 fino al 10 luglio.