Una sottoscrizione per aiutare le 35 famiglie

«È il momento di rinnovare l’impegno a favore delle vittime di via Lomellina con una raccolta di contributi volontari». La proposta è di Guido Podestà, europarlamentare milanese di Forza Italia. «A un anno da quei tragici fatti le famiglie coinvolte non hanno ancora risolto tutti i problemi, trovandosi ancora oggi ad affrontare spese straordinarie», è lo sfogo dell’onorevole. «Sono sicuro che i milanesi costituiscono una popolazione attenta e sensibile a questo tipo di emergenze». Il parlamentare europeo si chiede inoltre «come mai non sia stata ancora pensata dalle istituzioni locali una raccolta permanente a favore delle vittime del crollo di via Lomellina. Trentacinque famiglie non meritano di essere lasciate sole proprio adesso. È necessario ricostruire attorno a loro una dimensione sociale oltrechè abitativa, scongiurare il rischio dell’abbandono». L’ipotesi è di partire con la sottoscrizione martedì 18 settembre, in occasione del primo anniversario della tragedia. «Faccio appello alla Milano “con il cuore in mano”che tutti noi conosciamo. La generosità è sempre stata nel costume della città, sono sicuro che non verremo delusi. Io per primo garantisco il mio contributo», conclude Podestà. C’è da aggiungere che l’archiviazione da parte del Tribunale di Milano - che si è espresso per la natura colposa del crollo - è un ulteriore ostacolo alla procedura per i risarcimenti alle vittime della tragedia.