Sottoscrizione vittime tsunami: resterà aperto il conto bancario

La generosità dei lettori del Giornale continua a dare i suoi frutti: grazie ai fondi - circa un milione di euro - raccolti sul conto aperto dalla Banca popolare di Sondrio a favore delle vittime dello tsunami dello scorso 26 dicembre, cento famglie dello Sri Lanka nord orientale potranno avere di nuovo una casa.
È stato infatti approvato dalle autorità locali il progetto presentato dall’organizzazione non governativa italiana Cesvi («Cooperazione e sviluppo») per la costruzione di un centinaio di abitazioni nel distretto di Trincomalee: qui, gli abitanti dei due villaggi di Tiriyai e Kattukulam, nella divisione di Kuchchaveli, potranno di nuovo avere un alloggio stabile per poter vivere. I lavori dureranno due anni, fino a luglio 2007, e consentiranno l’edificazione non solo delle case ma, anche, delle infrastrutture necessarie per ricostruire la comunità locale: pozzi, impianti per l’energia solare, strade, rete idrica ed elettrica per le circa seicento persone coinvolte dal programma. Agli abitanti verrà anche garantita maggiore sicurezza alimentare, con la creazione di orti e una serie di corsi di formazione per una adeguata gestione delle risorse.
Per chi volesse continuare a contribuire al progetto con eventuali offerte, la Banca popolare di Sondrio ha mantenuto attivo il conto per le donazioni: è il conto corrente n. 1/24000/41 presso la sede di Sondrio dell’istituto, intestato «Pro terremotati Sudest asiatico».