Un sottosegretario pesa gli Anni di piombo

Ha raccontato di privilegi, di sprechi e di burocrazia impazzita, ma questa volta Raffaele Costa - oggi presidente della Provincia di Cuneo - nel suo ultimo libro, Politica e Giustizia ai tempi delle Br. Diario di un sottosegretario liberale (1979-1980) (Mondadori, pagg. 155, euro 17,50) narra degli anni bui del terrorismo rosso e di come lui, giovane sottosegretario alla Giustizia, visse quel periodo caldo. E lo fa da un pulpito privilegiato, non solo per la sua lunga esperienza politica, ma anche per essere stato il protagonista di alcuni dei fatti più eclatanti di quegli Anni di piombo che hanno visto il Piemonte tra i protagonisti assoluti di attentati, rivendicazioni e pentimenti. Tra questi, il caso Patrizio Peci, primo pentito rosso della storia.