Sottotetti in giunta La Lega va in guerra

Forza Italia è contraria alla legge. Carroccio deciso a difenderla

Il problema all’ordine del giorno della Casa delle libertà, in Regione, sono i sottotetti. Nel senso della nuova legge di modifica che la Lega Nord ha già ufficializzato nei contenuti e che stamane l’assessore all’urbanistica Davide Boni presenterà nell’ultima riunione di giunta prima delle vacanze.
Un appuntamento che si preannuncia caldissimo in quanto il provvedimento leghista non è assolutamente condiviso da Forza Italia, che coi propri assessori farà di tutto per ostacolarne l’approvazione. Una rappresaglia, quella azzurra, per certi versi annunciata, considerate le reazioni negative degli uomini di Fi immediatamente dopo l’annuncio di quelle modifiche (molte delle quali ritenute «improponibili») e che il Carroccio non aveva concordato con gli alleati.
Ma i lumbàrd sono, come al solito, pronti alla lotta e decisi a non mollare (forti, dicono, dell’appoggio esterno dei vertici federali sulla questione): la Lega pare infatti intenzionata chiede persino il ricorso al voto all’interno della giunta in caso di eccessivo irrigidimento in sede d’approvazione, «in modo - spiegano - da vedere in faccia gli assessori contrari al provvedimento», che il partito di Bossi ritiene fondamentale per mettere fine alle speculazioni edilizie e rimettere ordine nelle ristrutturazioni.
Non è quindi nemmeno da escludere che, nel caso di bocciatura, il Carroccio assuma decisioni «clamorose».