Il soul di Winehousetorna nelle dodici traccePrimo album postumo

Il nuovo progetto della cantante, scomparsa prematuramente, si chiamerà "Lioness: Hidden Treasures", uscirà a dicembre e conterrà dodici nuovi brani, tra pezzi originali e cover

Il 5 dicembre, tra poco più di un mese, il nuovo album di Amy Winehouse, il primo postumo, vedrà la luce andando a riempire store digitali e scaffali dei negozi di dischi. Il progetto, un collage di tracce inedite, mai comparse nella produzione precedente della cantante inglese, scomparsa anzitempo, conterrà dodici tracce, tra cover e brani inediti realizzati negli anni dalla Winehouse e oltre a celebrare il talento - per forza di cosa inespresso in tutte le sue possibilità - di Amy, si propone anche come un'occasione per fare del bene, visto che una sterlina del ricavato della vendita del disco verrà devoluto per intero alla fondazione "Amy Winehouse", una charity che si occupa di aiutare ragazzi con storie difficili alle spalle.

È il padre, Mitch Winehouse, il primo a commentare il nuovo album della figlia, a metà tra il rimorso per non averla mai conosciuta come avrebbe voluto e lo stupore. "Ho passato tanto tempo a rincorrere Amy", ricorda l'uomo, pensando alla sua dipendenza, alla riabilitazione, al carattere difficile , " a tal punto che non ho mai capito quale genio fosse realmente". Lo ha capito ora, riascoltando la sua produzione passata e prestando orecchio anche ai nuovi brani, "seduto con il resto della famiglia" ad ascoltare quello che Amy era stata in grado di creare. "Non avevo pienamente apprezzato l'ampiezza del suo talento", dice Mitch. Un talento che andava dal jazz standard fino all'hip-hop e che "toglie il fiato".

Toglie il fiato, come lo toglierà il nuovo progetto. Parola del produttore, Salaam Remi, alle spalle un lungo percorso accanto alla cantante britannica e ad altre star della musica come il rapper Nas e Joss Stone. E di Mark Ronson, grande amico della Winehouse, che insieme ha Remi ha tentato di scegliere i brani davvero meritevoli di entrare a far parte del progetto postumo, che si intitolerà "Lioness: Hidden Treasures" e che proprio dei tesori nascosti di Amy sarà composto. "Ascoltare a ripetizione la sua voce", dichiarano i due, "è stato davvero difficile, ma comunque incredibile. Amy era una ragazza di talento". Un talento che se n'è andato in fretta, ma che forse rivivrà almeno un po' in queste 12 nuove tracce.

Tra i nuovi brani dell'album, A song for you, canzone di Leon Russell resa famosa dalle leggenda del soul Donny Hathaway, secondo i famigliari il brano più intenso dell'album e l'inedito Body & Soul, che Amy aveva registrato nel marzo scorso a Londra, insieme a Tony Bennet.