Le Soyuz russe comprate dagli Usa

Sì dal Senato americano alla richiesta della Nasa di poter acquistare le navette spaziali russe Soyuz di cui ha bisogno per mantenere la sua presenza a bordo della stazione spaziale internazionale (Iss) oltre la fine dell'anno. Un disegno di legge in tal senso è stato presentato in aula il 15 settembre dal senatore Richard Lugar, presidente della commissione Esteri. Il provvedimento sospende in via provvisoria l'Iran Nonproliferation Act del 2000, che proibisce l'acquisto di qualsiasi tecnologia spaziale russa, fino a quando la Russia continuerà a vendere tecnologie missilistiche all'Iran. La legge Lugar modifica l'embargo in modo da consentire alla Nasa di acquistare apparecchiatura o servizi russi per la Stazione spaziale orbitante fino al 2012. Anche la Camera dei rappresentanti sta considerando di adottare una misura analoga, ma nessuna proposta di legge è stata finora presentata. Senza il sì dal Congresso per l'acquisto delle navette russe il lancio del 30 settembre prossimo di una Soyuz verso l'Iss rischiava di essere l'ultima occasione nella quale la Nasa aveva la possibilità di chiedere un passaggio per i propri astronauti diretti alla base orbitante. Senza un intervento del Congresso o della Casa Bianca per modificare disposizioni previste dall'embargo contro l'Iran, la Nasa rischia di non poter svolgere più missioni fino a quando non avrà riparato gli Shuttle.