Spa, Hamilton vince ma è retrocesso Felipe Massa primo

Colpo di scena al Gp del Belgio: il pilota McLaren messo sotto inchiesta e squalificato per il taglio di una chicane ai danni di Raikkonen che poi è uscito di pista due giri dalla fine sotto il diluvio. Massa in classifica a due punti da Hamilton

Spa - I giudici della Fia hanno dato 25 secondi di penalità a Lewis Hamilton per condotta irregolare durante la gara, assegnando la vittoria del Gran Premio del Belgio al ferrarista Felipe Massa. Pertanto, il pilota della Bmw Nick Heidfeld è secondo, mentre l'inglese della McLaren retrocede al terzo posto. Finisce così, a vantaggio della Ferrari il rocambolesco Gp del Belgio a Spa. Con una squalifica per il taglio della chicane da parte del pilota della McLaren prima dei box e lo zig zag sul rettilineo di Hamilton che ha impedito il sorpasso da parte del ferrarista Raikkonen.

Emozioni e colpi di scena. E' stato davvero un Gp strano e avvincente, nel finale. Con l'arrivo delle prime gocce d'acqua infatti Hamilton si è avvicinato a Kimi, l'ha sorpassato, ma poi è andato lungo la Ferrari alla chicane e la Ferrari è tornata davanti. Ma Lewis ha sfruttato la scia superando in staccata il ferrarista  che con l'altettone ha sfiorato il posteriore dell'avversario. Poi la pioggia si è fatta più forte, un diluvio, e Raikkonen tentando di recuperare ha perso il controllo della vettura che sul rettilineo è finita contro il guardrail in testacoda. Anche Hamilton ha avuto un ultimo brivido andando di nuovo lungo, ma è risuscito a recuperare. Le sue gomme da asciutto hanno retto meglio all'abbassamento della temperatura di quanto non abbiano fatto quelle della Ferrari. Al secondo posto di è piazzato Massa. Terzo il tedesco della Bmw Sauber Nick Heidfeld.

 

Per la Rossa a limitare i danni pensa il brasiliano Felipe Massa che porta a termine una gara regolare al secondo posto restando di fatto l'unico del team di Maranello ancora in corsa per la classifica piloti.

La gara Pronti via, e Kimi Raikkonen dimostra che Spa è la sua pista: dalla quarta posizione in griglia al semaforo verde passa subito il compagno di squadra Massa e la McLaren di Heikki Kovalaien. Dopo pochi chilometri approfitta di un testa coda di Hamilton e passa al comando della gara. Avvio nervoso di Kovalainen che si scontra con Webber costringendolo a rientrare ai box: verrà penalizzato e dovrà effettuare un drive through che gli farà perdere diverse posizioni. Tra il decimo e il dodicesimo giro primo pit stop per i migliori e la situazione non cambia: sempre primo Raikkonen seguito da Hamilton, Massa e Alonso. La corsa va avanti sull'asciutto con i tre in testa che si sfidano a colpi di tempi migliori. Si arriva così al 24/o giro con un cambio gomme-benzina contemporaneo di Raikkonen e Hamilton.

Massa passa al comando, ma dopo poco (27/o giro) si ferma anche lui per mettere le gomme dure e la situazione ritorna come quella dei primi giri. C'é la notizia che la pioggia è imminente, e puntuale arriva a tre giri dalla fine. In testa succede di tutto: Hamilton si fa sotto, ingaggia un duello con Raikkonen a suon di curve tagliate. Il campione del mondo si fa sorpassare ma poi riattacca e passa di nuovo avanti. L'inglese della McLaren non si dà per vinto e piazza un attacco decisivo che lo porterà davanti a tutti allo sventolare della bandiera a scacchi. Iceman nel tentativo di riattaccare va in testa coda, finisce fuori pista andando a sbattere contro il muretto. Qui finisce la sua corsa, le sue speranze di fare il poker a Spa dopo le ultime tre vittorie consecutive e quelle di bissare il Mondiale dello scorso anno. Massa passa e arriva al secondo posto. Approfitta della pista viscida nel finale anche Nick Heidfeld su Bmw che dopo la sua solita gara senza infamia e senza lode riesce a strappare a Fernando Alonso su Renault la gioia del podio. Male i piloti italiani che conducono un Gp anonimo: ultima la Force India di Giancarlo Fisichella e penultima la Toyota di Jarno Trulli.

Ordine di arrivo Dopo la decisione del giudice della Fia, che ha inflitto 25 secondi di penalità a Lewis Hamilton per irregolarità durante la gara. 1. Felipe Massa (Bra/Ferrari) 2. Nick Heidfeld (Ger/Bmw-Sauber) 3. Lewis Hamilton (Gb/McLaren-Mercedes) 4. Fernando Alonso (Spa/Renault) 5. Sebastian Vettel (Ger/Toro Rosso-Ferrari) 6. Robert Kubica (Pol/Bmw-Sauber) 7. Sebastien Bourdais (Fra/Toro Rosso-Ferrari) 8. Timo Glock (Ger/Toyota) 9. Mark Webber (Aus/Red Bull-Renault) 10. Heikki Kovalainen (Fin/McLaren-Mercedes) 11. David Coulthard (Gb/Red Bull-Renault) 12. Nico Rosberg (Ger/Williams-Toyota) 13. Adrian Sutil (Ger/Force India-Ferrari) 14. Kazuki Nakajima (Gia/Williams-Toyota) 15. Jenson Button (Gb/Honda) 16. Jarno Trulli (Ita/Toyota) 17. Giancarlo Fisichella (Ita/India-Ferrari) 18. Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari) Gli altri concorrenti non sono stati classificati.

Classifica del Mondiale piloti 1. Lewis Hamilton (Gb) 76 punti 2. Felipe Massa (Bra) 74 3. Robert Kubica (Pol) 58 4. Kimi Raikkonen (Fin) 57 5. Nick Heidfeld (Ger) 49 6. Heikki Kovalainen (Fin) 43 7. Jarno Trulli (Ita) 26 8. Fernando Alonso (Spa) 23 9. Mark Webber (Aus) 18 10. Timo Glock (Ger) 16 11. Nelson Piquet Jr. (Bra) 13 12. Sebastian Vettel (Ger) 13 13. Rubens Barrichello (Bra) 11 14. Nico Rosberg (Ger) 9 15. Kazuki Nakajima (Gia) 8 16. David Coulthard (Gb) 6 17. Sebastien Bourdais (Fra) 4 18. Jenson Button (Gb) 3 Classifica del Mondiale costruttori: 1. Ferrari 129 punti 2. McLaren 123 3. Bmw 105 4. Toyota 42 5. Renault 36 6. Red Bull 24 7. Williams 17 8. Toro Rosso 17 9. Honda 14.