Spacciavano cocaina pura In manette nonna e nipote

Una donna di 73 anni e suo nipote di 20, sono stati arrestati dalla Guardia di finanza del comando di Roma con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. I militari hanno anche sequestrato quattro chilogrammi di cocaina purissima e due pistole - una Beretta 92 e un vecchio revolver americano - che nonna e nipote celavano nella loro abitazione, a Trastevere. Secondo gli esperti, la droga, una volta tagliata e ripartita in dosi avrebbe assicurato proventi per circa un milione di euro. I finanzieri dell’antidroga erano sulle tracce del giovane già da alcuni giorni, attirati dai frenetici movimenti proprio intorno all’abitazione dei due. I militari avevano notato che la donna era spesso alla finestra, da dove lanciava cenni di intesa con il ragazzo che di volta in volta, entrava in casa per prendere la sostanze, per uscirne poco dopo e consegnarla al cliente. Domenica mattina le Fiamme gialle hanno atteso che il ragazzo uscisse di casa e lo hanno fermato con la scusa di un normale controllo. Entrati nell’abitazione gli investigatori hanno trovato la droga in un sacchetto nascosto su un armadio della camera da letto. Nell’armadio erano invece nascoste le due pistole. Il ragazzo è stato chiuso nel carcere di Regina Coeli, la donna è agli arresti domiciliari.