Spaccio, poliziotti-pensionati negli istituti

Poliziotti in pensione contro lo spaccio nelle scuole. Il Comune è pronto a riattivare il servizio, una task force di ex agenti che, su richiesta di presidi e insegnanti, potranno presidiare all’esterno gli istituti superiori. «L’iniziativa - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato - prevede la presenza degli ex poliziotti principalmente negli orari di ingresso e uscita all’esterno delle scuole e nelle vicinanze, per rilevare l’eventuale spaccio o altri episodi di microcriminalità. Un’azione che presuppone una competenza ed esperienza e che è assegnata all’associazione dei poliziotti in pensione». Dal 2007, anno in cui ha preso il via il test, sono stati monitorati 69 istituti superiori. In tre casi è stata rilevata attività di spaccio e assunzione di sostanze, mentre in un’altra scuola è stata segnalata la presenza di persone sospette. «Laddove ci fossero poi situazioni problematiche - sottolinea De Corato - il Comune segnalerà al prefetto e alle forze dell’ordine la possibilità di attivare il servizio indipendentemente dalle richieste che ci perverranno».