Spaccio, rom in manette

Due donne, di origine rom, ospitate nel campo nomadi di via Adamoli, sono state arrestate ieri per spaccio di stupefacenti. Da alcuni mesi la sezione antidroga della questura aveva notizie del passaggio di alcuni zingari dalle attività tradizionali di furto, ricettazione e accattonaggio al traffico di droga. Dai servizi di appostamento e pedinamento risultava poi che Sevala Hopic, 30 anni, di Zagabria e Refya Hamidovic, 22 anni, nata a Genova, avevano contatti frequenti con alcune persone sospettate di essere consumatori di cocaina, principalmente nei pressi di alcuni bar in via Piacenza. Ieri pomeriggio le due donne hanno incontrato una persona in un bar di Molassana. La polizia è intervenuta, fermando e controllando le sospette. Una di loro aveva nella borsa 110 grammi di cocaina. Entrambe le rom sono state arrestate e trasferite nel carcere di Pontedecimo.