Spaccio Vendevano marijuana fuori da scuola, due minori in manette

Erano interessati al denaro, al business che potevano fare grazie alla droga. Per questo due ragazzi milanesi di 15 e 17 anni trovati con oltre 7mila euro in contanti sono stati arrestati dagli agenti del commissariato Centro con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti hanno accertato infatti che i due giovanissimi spacciavano hashish all’esterno del liceo linguistico «Alessandro Manzoni» di via Rubattino, a Lambrate e all’istituto professionale commercio e turismo «L.V. Bertarelli» di corso di Porta Romana.
Gli investigatori - dopo essersi appostati all’esterno delle scuole - hanno documentato le cessioni di droga che proseguivano anche nel pomeriggio nel palazzo dove abita uno dei due giovani, in via Anfossi. Qui, in una cantina, i poliziotti hanno trovato 480 grammi di marijuana.
Secondo quanto accertato dalle indagini i due da circa un anno acquistavano hashish e marijuana e ne ricavavano delle dosi molto piccole, anche di un quarto di grammo, che vendevano al prezzo di 5 euro, e avrebbe permesso all’acquirente di farsi un solo spinello. Il 15enne è stato fermato con un gruppetto di coetanei probabilmente clienti. In cinque sono stati controllati e uno di questi, uno straniero di 18 anni che è stato trovato in possesso di droga, è stato segnalato in prefettura. I genitori dei due baby spacciatori erano all’oscuro di tutto.