Gli «spaghetti-rock» sbarcano ad Anzio

Quasi due ore di rock aggressivo «addolcite» da un palco iper-tecnologico

Erano anni che non si vedeva in Italia una rock band così. Dai tempi dei Litfiba di Piero Pelù, unici a coniugare rock d’alta qualità con un grande successo popolare. Loro sono i pugliesi Negramaro e saranno in concerto al porto di Anzio questa sera per l’attesa unica tappa nel Lazio de «La finestra Tour 2007» (ore 21.30). Si aspetta il pubblico delle grandi occasioni nella cittadina marinara, per un appuntamento inserito all’interno della rassegna estiva Anzio Estate Blu. Loro sono l’unica rock band italiana ad aver occupato lo spazio dell’Arena di Verona appena una settimana fa. Una band giovane, certo, ma con un carisma assolutamente puro e adulto. Vendono tanti dischi, piacciono a pubblico e critica e, con Parlami d’amore sono il tormentone di quest’estate, fra le più passate dalle radio. Un successo clamoroso, dunque, forse unico nel panorama italiano per una formazione che, esplosa appena due anni fa, ha ora pubblicato La finestra, il secondo disco per la Sugar di Caterina Caselli. La svolta per questa band di «spaghetti-rock», già celebre in Puglia negli ambienti del rock underground, è arrivata proprio dopo aver fatto luccicare gli occhi della nota manager ed ex cantante. Messi subito sotto contratto, la grande talent scout (è lei ad aver scoperto Elisa e Andrea Bocelli, fra gli altri) ha il merito di aver lasciato a briglia sciolta il talento rock di questo energico sestetto di ragazzi che dal vivo si esalta e dà il meglio di sé. A due anni di distanza dal «verde coniglio dalle mille facce buffe» - come recita il popolare ritornello dell’hit Mentre tutto scorre -, ecco dunque La finestra spalancata sul nuovo disco dei Negramaro. Con melodie cantautorali tipiche italiane e pop-rock britannico, tra Radiohead, Blur e Coldplay, La finestra è un album ricco di spunti elettronici e testi «visivi», che disegnano immagini e metafore che indagano un disagio sociale e personale in maniera non diretta. Prodotto e arrangiato da Corrado Rustici, uno dei produttori italiani più internazionali (dietro i principali dischi di Zucchero c’è lui) il nuovo album dei Negramaro è stato registrato negli Stati Uniti presso il Plant Studios di San Francisco. Tra i nuovi brani meglio riusciti La distrazione con un ritornello-tormentone e ottimi riff di chitarra, poi l’hit radiofonico Parlami d’amore, e ancora L’immenso e Neanche il mare fra le più riuscite di un disco che vanta anche un duetto con Jovanotti e la partecipazione del coro di Santa Cecilia.
Sul palco saranno Giuliano Sangiorgi (voce e chitarre); Emanuele Spedicato (chitarre); Ermanno Carlà (basso); Danilo Tasco (batteria); Andrea Mariano (piano); Andrea De Rocco (campionatore). Biglietti a 18 euro. Info: 06 98499472 e 06 98499473