In Spagna 12 mesi di preghiere per la vita

La Conferenza episcopale spagnola ha avviato un «anno di preghiera per la vita», che si celebrerà in tutte le diocesi del Paese dal prossimo 2 febbraio, festa della Presentazione del Signore. In una nota pubblicata venerdì scorso nella sua diocesi, monsignor Reig Pla aveva affermato che questa iniziativa «è urgente nel contesto delle nuove leggi che si vogliono promuovere in Spagna, sia sull’aborto che sull’eutanasia», contro le quali i vescovi spagnoli hanno intrapreso una dura battaglia. I vescovi spagnoli sono quindi di nuovo all’attacco del governo Zapatero, dopo gli energici scontri sulle nozze gay, le pratiche di fecondazione. L’episcopato spagnolo si scaglia contro una proposta di legge del governo tesa a rendere più permissiva l’attuale normativa sull’aborto. L’episcopato spagnolo darà battaglia e i toni non saranno morbidi. La mobilitazione dei cattolici «è solo l’inizio di una protesta che vede scendere in campo vescovi e associazioni cattoliche uniti contro i provvedimenti voluti dal governo Zapatero».