Spagna: documenti falsi per al Qaeda

Maxi blitz della polizia spagnola in Catalogna. Arrestate dieci persone di nazionalità pachistana. I poliziotti indagano
su una "rete di smercio di documenti d’identità falsi" e su "possibili legami con il terrorismo islamico"

Madrid - I tentacoli del terrorismo di al Qaeda si infiltrano nel cuore della Spagna. Mettono radici. E preoccupano l'Europa. Questa mattina la polizia spagnola ha arrestato una decina di persone di nazionalità pachistana. Sono tutte accusate di aver falsificato passaporti per conto di al Qaeda.

L'operazione della polizia spagnola L’operazione - che è coordinata dall’Audiencia Nacional e ha coinvolto varie città tra cui Barcellona e Valencia - è ancora in corso e il numero degli arrestati non è definitivo. Secondo i media spagnoli, gli arrestati sono accusati di far parte di una rete di falsari, che davano appoggio e copertura all’organizzazione terroristica. Secondo la radio spagnola, gli arrestati sono di nazionalità pachistana, ma altre fonti parlano di persone di origine maghrebina. L’operazione è iniziata alle prime luci del giorno e non ha portato finora al ritrovamento di armi o esplosivo.