La Spagna è in finale:ha battuto il Portogallodopo i calci di rigore

Dopo centoventi minuti di gioco la partita resta in perfetta parità: 0-0. Ai calci di rigore le Furie rosse vincono 4-2. Ora tocca a Italia-Germania

Neanche ai supplementari la semifinale tra Portogallo e Spagna si sblocca. Le due nazionali dopo 120 minuti di gioco restano inchiodate sullo 0-0. Ad assegnare la vittoria e il passaporto per la finale di domenica sono i calci di rigore. Ha la meglio la Spagna che vince 4-2. Dal dischetto decisivi l'errore del portoghese Bruno Alves e il rigore trasformato dallo spagnolo Fabregas.

La sequenza dei rigori

Xabi Alonso (Spa) parato; Moutinho (Por) parato; Iniesta (Spa) gol; Pepe (Por) gol; Piquè (Spa) gol; Nani (Por) gol; Ramos (Spa) gol; Bruno Alves (Por) traversa; Fabregas (Spa) gol.

Partita equilibrata

Le emozioni di questa prima semifinale non sono state molte. Gara molto tattica e a tratti noiosa. Deludente la Spagna, incapace di fare male, deludenti le sue stelle del centrocampo, quasi imbambolate ad eccezione di Iniesta, l'unico a mostrare qualche lampo di genio. Sorprendente il Portogallo, messo molto bene in campo, forte di fisico (nonostante i due giorni in meno di riposo) e di testa, capace di chiudere tutti gli spazi e al contempo di manovrare in avanti, tradito però da Cristiano Ronaldo che nel finale ha gettato al vento il sogno di un intero Paese e, probabilmente, anche le sue speranze di Pallone d'Oro. Incredibile, infatti, l'occasione da gol sprecata da CR7 in contropiede (quattro contro tre), proprio allo scadere dei 90 minuti. Ronaldo spara fuori. La partita non si sblocca neanche ai supplementari, che vedono le Furie rosse più pericolose, ma senza troppi pericoli.

Dagli 11 metri i lusitani sbagliano due volte, solo Xabi Alonso fallisce per gli spagnoli. Dopo quello di Pirlo contro l'Inghilterra un altro rigore tirato a "cucchiaio": lo ha tirato lo spagnolo Ramos. Cristiano Ronaldo era l'ultimo rigorista, ma non tira il penalty perché sul 2-4 i giochi ormai sono fatti. Ora gli spagnoli aspettano la vincitrice di Germania-Italia.

Una Spagna da record

Dopo quelle del 1964 (vittoria per 2-1 contro l'Unione Sovietica), del 1984 (ko per 0-2 contro la Francia) e del 2008 (successo 1-0 contro la Germania) un'altra finale agli Europei per la Spagna. Le Furie rosse sono reduci da 11 risultati utili consecutivi in fasi finali degli Europei, con un bilancio di 8 successi e 3 pareggi. Per gli spagnoli è la terza finale consecutiva nei grandi tornei internazionali: Europei 2008, Mondiali 2010 ed Europei 2012. Solo la Germania Ovest era riuscita nella stessa impresa dal 1972 al 1976 mettendo insieme nell'ordine finale degli Europei 1972, Mondiali 1974 ed Europei 1976.

 

Commenti

MMARTILA

Gio, 28/06/2012 - 07:48

Non la solita Spagna. È forte e si sa, ma riesce a Vincere solo giocando al meglio, noi no...possiamo farlo anche con una partita sciatta!

lucioottavio

Gio, 28/06/2012 - 07:58

Una noia mortale.