Spagna Garzon abbandona l’indagine sul franchismo

Baltasar Garzon rinuncia alle indagini sull’era franchista. Il magistrato dell’Audiencia Nacional ha dichiarato estinta la responsabilità penale del dittatore Francisco Franco per le oltre 100mila sparizioni durante la guerra civile e il franchismo (1936-1975). Garzon ha così accolto la richiesta del pubblico ministero di lasciare ai giudici territoriali il compito di ordinare eventuali ricerche di fosse comuni. La decisione dovrebbe smorzare le polemiche di chi sosteneva che la sua inchiesta avrebbe violato l’amnistia concessa nel 1977, due anni dopo la morte del Caudillo, per i crimini commessi sotto la dittatura.