Spagna, rissa in alto mare ucciso a coltellate un italiano

Un comandante italiano è morto in una rissa a bordo di un mercantile. Secondo fonti della Farnesina sarebbe italiano anche l'omicida che si è asserragliato nella cabina di comando

Madrid - Il comandante del Paxi C, Mario Castaldi, 53 anni, nativo di Alessandria, è stato ucciso da un altro membro dell’equipaggio durante una rissa. L’uomo, un marinaio 37enne, si è poi asserragliato nella sua cabina, fino a quando non è intervenuta la guardia civile spagnola, che lo ha bloccato. Erano stati gli altri componenti dell’equipaggio alle 6:20 ad avvertire con un messaggio via radio la centrale di salvataggio marittimo della provincia di La Coruna. La nave si trovava in acque internazionali, vicino alla Spagna, ed è poi attraccata nella baia di Filisterre. Anche l’omicida è rimasto ferito nella rissa e si trova ora ricoverato in ospedale.

Rissa in alto mare La rissa sarebbe scoppiata mentre l’imbarcazione era a 20 miglia dalla costa, quindi in acque internazionali; uomini dell’equipaggio hanno riferito che verso le cinque del mattino, mentre stavano guardando una partita di calcio, hanno sentito gridare e quindi hanno trovato il cadavere con un coltello nel petto.

Immatricolata a Genova La Paxi C, registrata e immatricolata a Genova. Proprio per questa ragione, precisano le fonti del ministero degli esteri, il consolato italiano a Madrid ha già informato dei fatti la procura del capoluogo ligure. L’equipaggio a bordo della nave era composto di 17 persone di cui 13 stranieri e 4 italiani, tra cui A.D.R., il presunto autore del delitto. La società armatrice, la Italtrag, è di Napoli, mentre la Paxi C. è un ’general cargò di 7.366 tonnellate di stazza, costruita nel 1992.