In Spagna si naviga gratis anche in spiaggia

Non è solo già iniziata la stagione balneare in Spagna, è arrivata anche quella del Wi-Fi da spiaggia, la connessione senza fili a Internet (wireless fidelity) che da fine maggio consentirà a chiunque abbia un pc portatile o un PDA provvisto di scheda wireless o airport, di navigare ad alta velocità nelle acque del Web. Succede in Catalogna, una delle comunità più avanzate tecnologicamente, e più precisamente a Castelldefels, famosa località turistica a quaranta chilometri da Barcellona. Si tratta di una spiaggia libera interamente coperta da una rete Wi-Fi costruita e messa a disposizione gratuitamente dall'amministrazione comunale. Così, mentre in Italia le reti Wi-Fi, pubbliche non sono autorizzate dal ministero delle Telecomunicazioni, e la tecnologia fa capolino solo nei principali aeroporti, ma sempre a pagamento, il Comune di Casteldefels, 46mila abitanti, ha già completato da un mese l’installazione di cinque ripetitori capaci di trasmettere il segnale Internet in un raggio di 500 metri (anche le piccole navi turistiche potranno usufruire del segnale) e di coprire una superficie di 5 km quadrati. Inoltre, per evitare congestioni con il Wi-Fi delle abitazioni circostanti, è stato installato un filtro e una serie di pannelli per schermare e impedire eventuali speculazioni. Il costo dell'operazione? Secondo quanto riferito da Carmen Sánchez, assessore comunale per lo sviluppo tecnologico, è di 28mila euro. «Casteldefels è il primo Comune di Spagna ad avere attivato il Wi-Fi in spiaggia - ha spiegato Sanchez -. Precedentemente sono state fatte sperimentazioni all’interno di alcuni porti turistici solo in occasione di eventi sportivi, ma mai in spiaggia».