Spagna, Zapatero resta senza fiducia alla prima votazione

Il premier incaricato "bocciato" alla Camera per l'investitura ufficiale. Non ha raggiunto la maggioranza qualificata. I nazionalisti baschi e catalani hanno fatto mancare il loro appoggio

Madrid - Partenza con il brivido per la seconda volta del Psoe. Il premier spagnolo incaricato, José Luis Zapatero, non ha ottenuto oggi la maggioranza assoluta di 176 voti su 350 necessaria per l’investitura al primo turno secondo la costituzione spagnola, e dovrà aspettare una seconda votazione a maggioranza semplice venerdì prossimo. Nel voto di stamattina, Zapatero ha avuto 168 voti a favore, 158 contrari e 23 astenuti. Venerdì Zapatero ha l’investitura assicurata dai suoi 169 deputati socialisti, ma oggi gli sono mancati i voti dei nazionalisti moderati baschi e catalani. Questi si sono astenuti, in vista di possibili accordi puntuali su alcune politiche durante la legislatura. Il presidente del Congreso de los diputados José Bono, ha convocato la camera per la seconda votazione venerdì alle 12.