Gli spagnoli del Bilbao ricorrono alla Consob: bloccate subito Unipol

I soci baschi di Generali e Della Valle: il gruppo assicurativo ha eluso la concorrenza

da Milano

Gli spagnoli del Banco di Bilbao danno battaglia su Bnl. La mossa formale è scattata ieri quando il gruppo ha depositato in Consob l’annunciata memoria dove contesta le mosse con cui Unipol ha acquisito il controllo di Via Veneto. Il Bilbao, alleato di Assicurazioni Generali e Diego Della Valle (Tod’s) nel patto di sindacato che sostiene il presidente Luigi Abete, ritiene in particolare insufficiente il prezzo (2,7 euro) riconosciuto da Unipol.
La compagnia assicurativa di Giovanni Consorte, che lunedì riunisce l’assemblea dei soci, ha superato il 30% di Bnl incorrendo nel vincolo di promuovere un’Opa obbligatoria ma questa «è frutto di un disegno preordinato e volontario», scrive il Bilbao ribadendo che in questo modo è stato eluso il «confronto concorrenziale» con la Ops che proponeva uno scambio azionario tra i due gruppi.
Nel documento, una parte del cui contenuto era già trapelato nei giorni scorsi, si evidenzia quindi il fatto che il prezzo dell’Opa Unipol è inferiore a quello degli acquisti operati sul mercato dalla medesima e dai soggetti a essa collegati: il massimo è stato 2,952 euro. Abbastanza, secondo il gruppo spagnolo e il presidente Abete, per costringere Unipol a garantire pari trattamento a tutti gli azionisti aumentando il prezzo dell’offerta così come previsto dalla normativa vigente.
A questo punto il pallino passa nelle mani della Consob che ha tempo fino alla fine del mese per dare il via libera al prospetto informativo. Ieri al Cicr il governatore di Bankitalia Antonio Fazio ha invece precisato di aver fermato l’iter autorizzativo in attesa del parere dell’Isvap (sul cambiamento dell’oggetto sociale) e di aver chiesto ulteriori chiarimenti sui profili strategici dell’integrazione. Nel documento di Fazio si sottolinea inoltre «l’impossibilità (per il gruppo assicurativo emiliano) di raggiungere un accordo soddisfacente con il Bilbao» per la gestione della compagnia Bnl vita (partecipata da Unipol e da Bnl) ma anche l’impossibilità, per il gruppo di Consorte, «di costruire forme di collaborazione con componenti del contropatto» di Bnl.