La spalla di Valentino migliora ora tocca alla Ducati. Honda vola

Sepang Dice: «Sono contento perché anche oggi sono riuscito a guidare, ho fatto altri 42 giri e questa è una cosa confortante. Anche se metto sotto sforzo la spalla vedo che non peggiora e non soffro eccessivamente, tanto che questa mattina sono potuto ripartire senza aver perso qualcosa rispetto a ieri». Così Rossi nella seconda giornata di test malesi.
Ma è anche quel che non dice a contare parecchio. Esempio: non dice, il Vale, che con la spalla dolorante, impossibilitato a usare tutta la forza in pista, soprattutto in fase di staccata, martedì, nel primo giorno di test, era comunque stato il secondo pilota più veloce della Rossa, due decimi più lento del non ufficiale Randy De Puniet, ma davanti all’ufficialissimo e ormai ambientatissimo Nicky Hayden. Per cui, va bene i problemi fisici, ma del lavoro sulla moto va fatto per avvicinarsi alla svelta ai ragazzotti Honda che si divertono un mondo, là davanti, a scambiarsi le posizioni: ieri, dopo Stoner nel primo assaggio di martedì, è stata la volta del compagno Pedrosa.
I TEMPI
1. Pedrosa (Honda) 2’00.770; 2. Stoner (Honda) 2’01.434; 3. Spies (Yamaha) 2’01.508; 4. Dovizioso (Honda) 2’01.512; 5. Simoncelli (Gresini Honda) 2’01.522; 6. Aoyama (Gresini Honda) 2’01.534; 7. Lorenzo (Yamaha) 2’01.563; 8. Bautista (Suzuki) 2’01.687; 9. Edwards (Tech 3 Yamaha) 2’01.722; 10. Barbera (Aspar Ducati) 2’02.093; 11. Hayden (Ducati) 2’02.379; 12. de Puniet (Pramac Ducati) 2’02.426; 13. Rossi (Ducati) 2’02.59718.
Toni Elias LCR Honda 2m04.026s + 3.256s
Stoner (Honda) 2’01.574; 2. Lorenzo (Yamaha) 2’01.977; 3. Pedrosa (Honda) 2’02.024; 4. Simoncelli (Gresini Honda) 2’02.295; 5. Spies (Yamaha) 2.02.332; ... 8. Dovizioso (Honda) 2’02.507; ... 10. de Puniet (Pramac Ducati) 2’03.152; ... 12. Rossi (Ducati) 2’03.365; 13 Hayden (Ducati) 2.03.508; 14. Capirossi (Pramac Ducati) 2’03.695.