Spalletti: «Calo psicologico»

Palermo. «Non c'era spirito di vendetta ma solo voglia di giocare una grande partita dopo l'amara eliminazione in Coppa Italia», spiega Davide Di Michele, romano di Roma, autore del primo gol che ha dato il via alla strepitosa rimonta del Palermo. «Loro hanno giocato una grande gara a cui abbiamo risposto con una prestazione forte e decisa. Per la Coppa Uefa non ci arrendiamo. A Livorno andremo per vincere». E il tecnico Papadopulo: «È stata una partita bellissima, in salita per noi. Con un secondo tempo eccezionale abbiamo pareggiato e dopo il 3-3 avremmo meritato la vittoria. Prima avevamo avuto un black out tra il 20’ e il 30’, poi ci siamo ripresi».
Spalletti ha preso il risultato con filosofia: «Non si è trattato di un calo di energie, ma psicologico. Nel secondo tempo, dopo aver subito due gol in 8 minuti, la squadra ha avuto un po' di timore a essere ancora se stessa come aveva fatto nell'ottimo primo tempo». E a proposito della classifica aggiunge: «Penso che l'alternanza con la Fiorentina continuerà».
Autore della doppietta del pari è Simone Barone, euforico: «Siamo contenti perché abbiamo rimontato una Roma che per me, in questo momento, è la migliore squadra d'Italia».