Per Spalletti e la Roma serata senza sorrisi

Asfaltato il Benevento in coppa Italia (5-1, con doppietta di Pandev, gol di Meghni e doppia autorete sannita), la Lazio si concentra sull’ultima settimana di attesa prima del via di campionato. Sei giorni di passione, durante i quali si andranno a incastonare affari di mercato e studio dell’antagonista di turno. Delio Rossi e Claudio Lotito stanno raccordando le idee per non sbagliare l’affare, gli obiettivi sono rappresentati da un centrocampista e una punta (che possa sostituire Rocchi, stoppato da un infortunio almeno fino al 5 ottobre), il sogno resta Hernan Crespo. «Sui discorsi del mediano e dell’attaccante - ha spiegato il tecnico romagnolo - faremo un punto della situazione con il presidente: manca una settimana alla fine del mercato ma il gruppo non sarà stravolto, faremo un’integrazione. Un’idea ce l’ho, la società sa come la penso, vediamo se la mia idea collima con la loro». Come a dire lavori in corso.
Per il centrocampo il signor Rossi è alla ricerca di un elemento dinamico, che sappia sfruttare gli spazi e inserirsi nella manovra offensiva. Il milanista Brocchi è in cima alla lista di desideri, mentre a Formello non dispiacciono il palermitano Guana né Daniel Ponzio del Rivar Plate ma con passaporto comunitario e con trascorsi nella Liga, sponda Saragozza. Si allontana invece l’idea-Augusto Fernandez, compagno di squadra di Ponzio ma con un problema non indifferente legato ai documenti per farlo sbarcare in Italia. In difesa l’addio di Stendardo, che interessa l’Udinese, può invece aprire i battenti di Formello a Cosmin Moti, romeno in forza alla Dinamo Bucarest. E per l’attacco, con Makinwa in partenza, si pensa oltre che all'ex Crespo, anche all’albanese del Chievo Erjon Bogdani. In ogni caso, chiunque sbarcherà a via di Santa Cornelia questa settimana non giocherà domenica al Sant’Elia: il maniacale Rossi non «brucerebbe» certo un neo acquisto su un campo difficile come quello sardo, dove lo scorso anni i biancocelesti persero 1-0.
Per tornare alla partita di sabato sera, va purtroppo registrato l’unico neo della serata: il primo accoltellato di stagione, un tifoso del Benevento. Il ragazzo è stato ferito a un gluteo al termine del match ed è stato trasportato al Santo Spirito dove gli è stata riscontrata una ferita guaribile in 20 giorni. Peggior inizio, per quel che riguarda la sicurezza, non poteva esserci.
Finale dedicato al debutto della Lazio nel Trofeo organizzato dall’As Omi, manifestazione che regala brividi a chi ha calcato negli anni passati i campi della periferia romana. La squadra allenata da Sesena ha pareggiato 1-1 con il Cagliari nella prima gara del Torneo internazionale giovanile «Lo sport per la vita». Un risultato bene augurante per la prima squadra che sarà impegnata nella prima di campionato con lo stesso avversario.