Spalletti loda i viola: «Ma vogliamo vincere»

Sfida tra seconda e terza virtuale e tra i bomber Toni e Totti «Sono diversi, Luca è forte ma Francesco non ha rivali»

Se la Fiorentina non avesse sul groppone i 15 punti di handicap, quella di oggi al Franchi sarebbe la sfida tra la seconda e la terza. È questa classifica virtuale, non quella reale che registra 21 punti tra le due squadre, che sia i viola che i giallorossi guardano. I primi per trovare coraggio, i secondi per non sottovalutare gli avversari. Cosa che Luciano Spalletti non fa di certo: «La Fiorentina è un avversario difficile, che sta facendo un bellissimo campionato», dice. È in vena di complimenti, il tecnico di Certaldo, anche nei confronti di Cesare Prandelli: «Ciò che penso del mio collega l’ho già detto più volte. Lo considero un grandissimo allenatore oltre che una bravissima persona. Ogni volta che si incontrano le squadre da lui allenate si vede che c’è un modo di lavorare con i criteri giusti e armonia di gruppo, tutti lavorano per il risultato del collettivo e non del singolo. Inoltre tutti i calciatori che hanno avuto modo di lavorare con lui elogiano il senso di tranquillità e il rapporto che instaura con tutti».
Ma la sfida di oggi è anche quella tra i primi due della classifica cannonieri: Totti e Toni, 18 gol contro 15: «So quanto è bravo Luca. Forse ad Empoli (dove Spalletti aveva allenato un Toni appena ventenne, ndr) lui non è riuscito a dare il massimo. Anche Francesco dice che è molto forte, insieme hanno vinto la Coppa del Mondo. Sono calciatori diversi: Toni mette a terra qualsiasi palla, è forte di testa e fisicamente mentre Francesco, da questo punto di vista, ha ancora dei margini di miglioramento. Ma, in quanto a visione di gioco ed estro, non ha avversari».
Quanto alla partita, Spalletti vuole interrompere il tabu esterno: in campionato la Roma non vince fuori da prima di Natale, quando vince 2-1 a Torino: «Dobbiamo provare a vincere, cosa che ultimamente non ci è riuscita, pur facendo delle belle prestazioni. Noi in proveremo a vincere e, se farà gol anche Francesco, allora sarà perfetto.
Capitolo formazione: Totti e Perrotta saranno regolarmente in campo dopo aver smaltito i loro problemi fisici, in difesa mancherà come previsto Chivu, spazio ancora a Ferrari accanto a Mexes. Per il resto formazione titolare. Per il turn over c’è tempo.