Spara ai ragazzi: uno rischia l’occhio

Sono tuttora ricoverati all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina due dei ragazzi che sono stati colpiti da alcuni colpi di fucile caricato a pallini esplosi da un uomo di 70 anni, Ermanno Merluzzi, ex macellaio, infastidito dagli schiamazzi dei giovani che festeggiavano il «martedì grasso» a Sonnino. Uno dei due ragazzi, un 14enne, ferito gravemente all’occhio destro, è stato operato nella tarda serata di martedì.
Secondo quanto riferito dai medici dell’ospedale di Latina il pallino ha quasi raggiunto il nervo ottico, il bulbo oculare risulta gravemente compromesso e il giovane rischia di perdere l’occhio.
Sotto osservazione resta anche un’altra ragazzina, di 11 anni, colpita dai pallini alla testa ma fuori pericolo dopo l’operazione. In buone condizioni un terzo ragazzo, di 17 anni, che aveva riportato ferite più lievi al naso e su una mano. Il pensionato, in carcere con l’accusa di tentato omicidio, è in attesa della convalida dell’arresto.
L’uomo, infastidito dalle grida del gruppo di ragazzi che stava festeggiando il carnevale ha imbracciato il suo fucile da caccia e sparato alcuni colpi dal balcone di casa che si trova in via Valleriani, nel centro storico del paese lepino. L’intenzione, come ha raccontato ai carabinieri, sarebbe stata quella di sparare in aria, ma i colpi hanno invece raggiunto alcuni dei ragazzi che giocavano sotto il palazzo.
Il pensionato, che ha rischiato il linciaggio della folla che aveva assistito alla scena, è stato immediatamente salvato e portato alla stazione dei carabinieri in arresto.