Spara e uccide la nuora e il fratello. Braccato dai carabinieri

Un dramma familiare dai contorni ancora tutti da definire quello esploso ieri sera in provincia di Frosinone. Ha sparato a suo fratello e alla nuora, uccidendoli entrambi.
I carabinieri hanno subito iniziato a dare la caccia all’assassino, che dopo aver sparato si è allontanato a bordo di una Mercedes blu, armato e carico di munizioni. Si tratta di Sebastiano Migliorelli. Fino a ieri sera ancora non si conosceva il movente del duplice delitto. Le vittime sono Anna Spiridigliozzi, 33 anni e Vincenzo Migliorelli di 59, titolare della Stars Motors, la nota officina Mercedes di Roma.
Le ricerche sono proseguite per tutta la notte da parte dei carabinieri del comando provinciale di Frosinone.
A quanto si è appreso l’assassino ha agito in due luoghi diversi: prima, intorno alle 19, è andato in casa del fratello, in via Ravano, e gli ha sparato quattro colpi di fucile, ferendolo a morte. Quindi è ripartito stavolta alla volta di Ponteteano, alla periferia di Pontecorvo, dove Anna Spiridigliozzi, moglie e vedova del figlio Fabio, si trovava a casa della madre con il figlioletto di 6 anni. Qui un’altro bagno di sangue, davanti agli occhi terrorizzati del bimbo.
Vincenzo Migliorelli è il fondatore e amministratore unico della «Starmotors srl», un autosalone di Roma, concessionario della Mercedes Benz. Quando è stato soccorso respirava ancora: portato prima all’ospedale di Pontecorvo, e poi trasferito nel centro di neurochirugia di Pozzigli (Isernia) è morto sotto i ferri.I due fratelli per un periodo sono stati soci ma poi si sono separati. Tra i due c’erano attriti per la suddivisione dell’eredità ed in particolare per alcuni terreni.