Spara al padre e poi fugge in auto

Adesso è in fuga disperata a bordo di una utilitaria, ma i carabinieri sono convinti che la sua latitanza sarà di breve durata. Dopo aver ammazzato il padre con un colpo di pistola in faccia è infatti salito a bordo della sua Ford Fiesta ed è sparito nella notte, ma quando si renderà conto di non avere scampo, con ogni probabilità sarà lui stesso a consegnarsi.
Luigi Celeste, 22 anni, è un piccolo balordo con una lunga sfilza di precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Ieri sera stava cenando con il padre Francesco, 52 anni, originario di Napoli, la sua convivente e alcuni parenti nel loro appartamento di via dei Gigli 15/9, una parallela di via Primaticcio. Tra i due improvvisamente è iniziata un’accesa discussione in breve degenerata in un’aspra lite nonostante i tentatavi dei presenti di portare la calma.
Nell’apice della discussione il ragazzo ha estratto una pistola e l’ha scaricata contro il padre. Una raffica di colpi, due dei quali hanno raggiunto la vittima al braccio e al volto. Il secondo non gli ha lasciato via di scampo e l’uomo si è accasciato a terra in un lago di sangue. La convivente ha cercato di prestargli i primi soccorsi mentre partiva la richiesta di soccorsi al 118. I sanitari hanno girato l’allarme ai carabinieri che hanno mandato alcuni equipaggi.
Al loro arrivo gli investigatori hanno trovato il personale medico che stava cercando inutilmente di rianimare Francesco Celeste, ormai privo di vita. Nel frattempo il parricida era salito a bordo della sua Fiesta cercando una disperata fuga. Sono state diramate le ricerche, segnalando anche alle pattuglie della polizia modello e targa della vettura. Ma fino a tarda notte nessuna notizia del ragazzo che comunque, non dovrebbe essere andato molto lontano.