«Sparare a Bush» Infuria la polemica

«Bisognerebbe sparare a George W. Bush». Questa frase l’ha proferita martedì scorso Andreas Renner, esponente della Cdu e ministro degli Affari sociali del Land tedesco del Baden-Württemberg, commentando la gestione dei soccorsi a New Orleans devastata dall’uragano Katrina. Parole che hanno scatenato la polemica nella regione, il cui capoluogo è Stoccarda. Wolfgang Drexler, capo della Spd del Land, ha chiesto le dimissioni di Renner, il quale si è difeso precisando che le sue sono state soltanto affermazioni «di carattere politico». Nell’invocare il siluramento del ministro, i socialdemocratici hanno rispolverato un precedente illustre: nel 2002, Herta Daubler-Gmelin, deputato della Spd e ministro federale della Giustizia, fu costretta a rinunciare alla carica dopo avere accostato il presidente Bush, allora intento a preparare l’invasione dell’Irak, al dittatore nazista Adolf Hitler.