Sparate (a salve) sull’esercito

Erika Falone

Esercito? Assolutamente no. Forse. Perché no? Il Comune di Genova le idee su quello che il governo Berlusconi propone per la sicurezza molto chiare non le deve avere. Nelle ultime settimane si sono ascoltati discorsi belligeranti da parte dell’assessore alla sicurezza Francesco Scidone e del sindaco Marta Vincenzi rispetto ad una misura che veniva considerata estrema ed inadeguata. «Maroni si tenga l’esercito», non è una frase detta da esponenti del centrodestra ma da chi la città l’amministra dai banchi della maggioranza. Eppure, ieri, in una giornata nella quale ci si aspettava una dura presa di posizione della giunta contro il decreto sicurezza del governo, c’è stata la marcia indietro. (...)