Sparatoria in largo Cairoli, ferito un rapinatore

Malvivente assalta la banca «armato» di una siringa

Ha cercato di «placcare» il rapinatore in fuga, ma quando l’uomo è riuscito a divincolarsi, la guardia giurata gli ha sparato alle gambe. Giulio Mandriani Zanchin, 42 anni, è crollato a terra in un lago di sangue. Il proiettile gli ha tranciato l’arteria femorale e il bandito ha rischiato di morire dissanguato, e ora è ricoverato al Policlinico in prognosi riservata.
Il bandito, nato a Bresso, una vita spesa a fare rapine tra Milano e la Sardegna, ieri mattina verso le 8.30 ha fatto irruzione alla Banca Agricola Mantovana di largo Cairoli, armato di una siringa, piena di «liquido rosso». Dopo aver arraffato 6mila euro ha cercato di fuggire, ma è incappato in Arsenio Terranova, suo coetaneo, guardia giurata della «Vigilanza Ambrosiana». Il vigilante, terminato il turno di notte, si era recato per un’operazione nella banca dov’è correntista. Vista la scena, ha tentato di fermare il balordo, ne è nata una colluttazione, il bandito si è divincolato e la guardia ha sparato alcuni colpi, mirando in basso. L’assessore Manca sottolinea come alle armi si debba ricorrere solo in casi estremi.