Sparatoria per il prezzo dell’auto

I carabinieri di Palestrina hanno arrestato un uomo di 56 anni della zona, incensurato, per tentato omicidio e detenzione e porto abusivo di arma da fuoco. I fatti si sono svolti giovedì notte. Tutto è nato da una lite per futili motivi relativa alla compravendita di un’auto. Gli screzi originati dalla vicenda hanno portato l’uomo a recarsi presso l’abitazione dell’altro contraente e, dopo averlo minacciato con una pistola, ha cercato prima di investirlo con il proprio fuoristrada, poi ha esploso contro di lui un colpo con l’arma in suo possesso. Alla vista dei carabinieri l’uomo è fuggito, ma i militari sono riusciti, dopo un breve inseguimento, a bloccarlo. A seguito della perquisizione personale è stata recuperata la pistola, una semi-automatica, marca Browning calibro 6,35 completa di caricatore. Sull’arma, sottoposta a sequestro, i carabinieri stanno effettuando ulteriori accertamenti volti ad individuarne la provenienza. La stessa, unitamente al bossolo rinvenuto a seguito dei rilievi effettuati da personale specializzato, è stata posta a disposizione dell’autorità giudiziaria per le successive perizie presso il reparto investigazione scientifiche dell’arma. I militari della compagnia Prenestina hanno sequestrato altre due armi di proprietà dello stesso, una 44 magnum ed un fucile, con il relativo munizionamento, risultate essere detenute regolarmente. Il fermato è stato, quindi, arrestato per tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di arma comune da sparo.