Sparito (con due assegni) il nonno adottato

Ha lasciato tracce in un albergo di Milano dove ha alloggiato con un’altra persona

da Milano

Lo ricordate quel gentile nonnetto da libro Cuore? Quel vecchietto d’altri tempi, che struggendo più di un animo, lo scorso settembre si presentò in tv, chiedendo di essere adottato da una famiglia perché sua figlia era sempre fuori città per lavoro? Avrebbe persino messo a disposizione parte della sua pensione da insegnante. Ebbene adesso la vicenda di questo signore si è tinta di giallo: è sparito, evaporato nel nulla con due assegni che erano nell’abitazione di suoi conoscenti di Alessandria.
L’anziano, romano di 80 anni, dopo l’appello venne accolto con amore nella famiglia di Marlena ed Elio Riva, a Spirano, nel Bergamasco. Si chiama Giorgio Angelozzi e da dieci giorni di lui si è persa ogni traccia. I carabinieri lo cercano in tutta Italia. Una sparizione inspiegabile, secondo gli investigatori: Angelozzi sembrava felice nella famiglia che lo aveva accolto e in cui vivono anche due ragazzi, Mateush, di 18 anni, e Dagmara, di 16, studenti al liceo di Caravaggio.
«Non so che cosa pensare - afferma Marlena Riva -. Abbiamo un solo timore: che questa persona, giunta da noi per essere un nonno, abbia in realtà sfruttato la nostra buona fede».
Secondo quanto la donna ha raccontato, Angelozzi si sarebbe allontanato dal paese bergamasco all'inizio di maggio, dicendo che doveva andare per qualche giorno nella sua casa di Roma. Poi non è più rientrato e, pur mantenendo i contatti con la famiglia «adottiva», ha preso alloggio in un hotel di Milano e poi si è trasferito da suoi conoscenti ad Alessandria. Qui avrebbe sottratto due assegni rispettivamente di 2.360 e 3.000 euro.
«Lo abbiamo raggiunto a Milano - prosegue Marlena Riva - e lui ci ha offerto il denaro per pagare le spese del dentista e, in parte, per sdebitarsi di quanto noi avevamo fatto per lui. A Spirano non è più tornato. Qualche giorno fa da Alessandria ci hanno avvisato che erano spariti i due assegni».
Le ultime notizie risalgono all'inizio di giugno quando lui si sarebbe allontanato dall'hotel di Milano dove risiedeva in compagnia di un uomo che ha pagato tutte le spese. «La nostra delusione è grande - conclude Marlena Riva - ma devo ammettere che con noi non aveva mai legato. Per il momento abbiamo provveduto a denunciarne la scomparsa e a revocargli la residenza in Comune».

Annunci

Altri articoli