Sparkling sotto rete cerca uno sponsor Le ragazze i tifosi

A metà stagione, i buoni risultati degli uomini in A1 e dell’Europea in A2 addolciscono i problemi. Così entrambe possono pure sognare

Dodici mesi fa, la Sparkling Milano apriva il 2007 battendo in casa 3-0 Noicattaro in un match di serie A2, di cui era leader. Oggi è nona in A1, ha appena portato 3400 spettatori al Palalido per l'emozionante 3-2 sui campioni d'Italia di Treviso e ha lasciato il testimone della lotta-promozione alle ragazze dell'Europea 92. Come dire: Milano, sotto rete, ha raddoppiato. E si può concedere un primo, doppio, bilancio, perché per Sparkling ed Europea 92 si è appena chiusa l’andata.
Con sei vittorie e sette sconfitte, i ragazzi allenati da Daniele Ricci sono noni. Non basta per entrare nelle final eight di Coppa Italia, ma cinque ko nelle prime sei partite avevano fatto temere prospettive ben più cupe. E il 27 gennaio, quando al Lido salirà Piacenza, il centrale polacco Kadziewicz, titolare a lungo fermo per infortunio, dovrebbe tornare al 100%. «La nostra classifica è sincera - analizza Ricci -, in linea con le potenzialità della squadra costruita. Abbiamo sperato fino all'ultimo di entrare nelle finaliste di Coppa Italia, forse sarebbe bastato vincere il tie-break a Padova alla decima giornata. Ma l'obiettivo mancato è uno stimolo per chiudere la regular season nelle prime otto e centrare i playoff». Che a Milano non si vedono dal maggio 2003, epilogo dell'era-Asystel. «In estate pensavo alla salvezza, ora siamo più sicuri delle nostre possibilità». Anche seguendo la linea verde: Martino e Travica, due nomi per il futuro della nazionale, sono protagonisti con la Sparkling e il secondo si è guadagnato il ruolo di regista titolare nel momento di svolta del girone di andata. Buone notizie sperando che il 2008 porti lo sponsor e un direttore sportivo dopo l'addio di Gardini, passi necessari per preparare il futuro.
La Sparkling inizia il ritorno domani a Taranto (18.30, diretta Sky Sport 2), ma è week-end di viaggio anche per l'Europea, attesa a Busto Arsizio, domani alle 17.30, per il ritorno degli ottavi di Coppa Italia, dopo il 2-3 patito all'andata. In A2, ragazze quarte a 6 punti dalla capolista Castellana Grotte, brave a vincere le ultime sei partite. E il 26 al Lido arriverà San Vito. «Siamo una società nuova e gli infortuni non ci hanno risparmiato ma la squadra ha reagito bene», commenta il tecnico Bruno Napolitano. «La metropoli si accorge di te se vinci ma ci stiamo facendo conoscere. La convivenza con Armani e Sparkling ci permette di allenarci al Lido una volta alla settimana e con orari poco agevoli ma lo sapevamo e paghiamo volentieri lo scotto. L'obiettivo? Ai playoff promozione accedono le squadre dalla terza alla sesta, però i primi due posti, che mandano in A1 direttamente, sono raggiungibili». Ma il domani, ammette la società, passa da un aumento deciso di biglietti venduti. Milano deve ancora innamorarsi delle ragazze sotto rete.