A spasso con il cane per sgominare una banda di «pusher»

Erano soliti spacciare marijuana nel parco adiacente al Forte Prenestino nascondendo la droga in una zona al centro di una vasta area difficile da raggiungere a causa di profonde fosse e gallerie, ma sono stati individuati e arrestati dagli agenti del commissariato Prenestino. Le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti sono scattate nei confronti di quattro giovani romeni, di età fra i 21 e i 23 anni, tutti senza fissa dimora. In seguito a segnalazioni arrivate alla polizia da parte di alcuni residenti, gli agenti hanno attivato una serie di appostamenti e pedinamenti all’interno del parco, grazie anche all’aiuto di un cane, un boxer tigrato, «adottato» dal commissariato: i poliziotti, infatti, per non destare sospetti tra gli spacciatori e i clienti, soprattutto nelle ore notturne, con al seguito il cane hanno finto passeggiate nel verde finché non sono riusciti a bloccare in flagranza i quattro stranieri mentre spacciavano. Nel corso delle perquisizioni all’interno di una delle gallerie del parco, il cui ingresso era chiuso con un masso, sono stati trovati 400 grammi di marijuana divisi in dosi e circa 600 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, probabile provento della vendita della merce. Pochi mesi fa il personale del commissariato aveva sgominato un’altra banda di maghrebini che spacciavano droga nella stessa zona.