A spasso per vicoli tra artigianato e delizie per il palato

Si chiama «I vicoli dell’arte e del sapore» la manifestazione che questo fine settimana animerà le vie del centro storico di Cottanello, cittadina in provincia di Rieti nella settimana dedicata ai festeggiamenti per il compatrono San Cataldo. Ad aprire la manifestazione, organizzata dal Comune in collaborazione con l’Ufficio turistico e in sinergia con associazioni culturali locali, Confartigianato di Rieti e numerosi artisti locali, sarà questo pomeriggio una tavola rotonda presso l’istituto Rinaldi sul tema «L’artigianato e la piccola e media impresa nella realtà locale», seguito dalla realizzazione in piazza di ceramiche «Raku». L’antico cuore del paese tornerà a rivivere aprendo ai visitatori numerose cantine che si trasformeranno per l’occasione in botteghe artigiane e in locande gastronomiche. Nelle botteghe artigiane troveranno la loro naturale collocazione oggetti artistici creati dalle sapienti mani dei maestri artigiani. Di locanda in locanda, passeggiando tra le antiche pietre sature di storia, si potranno gustare piatti tipici della cultura gastronomica sabina come gli «stringozzi alla Sabina», conditi con olio, aglio e pepe, oppure con sugo e formaggio pecorino, i «falloni» (calzoni di pane ripieni di verdure), i fagioli con cotiche, gli «arrosticini» di pecora e tanti dolci secchi, il tutto coronato da buona musica e vino locale a volontà. In programma per la mattinata di domani una visita guidata presso l’eremo di San Cataldo, scavato nella roccia e adornato con affreschi millenari di straordinaria bellezza. Da visitare inoltre Castiglione Vecchio, borgo medievale abbandonata, la villa di Collesecco, tipico esempio di «Domus romana», la chiesa di Sant’Andrea del 1200 e la chiesa di Santa Maria dei Casali, sicuramente la più antica della città.