Allo Spazio Etoile cinquantenni à-la-page

Essere di moda a 50 anni. Si apre oggi allo Spazio Etoile la prima edizione di OverFifty, esposizione dedicata ai 22 milioni di over 50 italiani. Patrocinata dal Comune di Roma, la manifestazione proseguirà fino a domenica, a ingresso gratuito. Per questa fascia di popolazione, con alto potere d’acquisto e voglia di godersi la vita, ecco sei aree espositive: bellezza, turismo, risparmio, previdenza, benessere e arte di vivere, multimedialità. Nel BeautyFutureLab scienziati, ricercatori, filosofi, make up artist e consulenti di immagine si confronteranno su estetica e identità della persona. Domani e domenica pomeriggio, invece, si terrà OverFifty Models: sfilate di moda (direttore artistico Antonio Falanga), con modelle e modelli esordienti over 50, selezionati in un concorso, che indosseranno capi maschili di Boggi Milano e femminili di Eleonora Amade. Presenterà l’attore Jonis Bascir. Sempre oggi si aprirà la passerella romana dell’alta moda maschile, organizzata dalla Camera europea dell’alta sartoria agli Horti Sallustiani. Ci sarà anche il giovane sarto napoletano Pino Peluso, vincitore dell’ultima edizione delle Forbici d’oro, che presenterà in anteprima un abito della collezione maschile per l’inverno 2009, nella quale prevalgono il blu Capri e il verde bosco, con giacche spesso senza spacco e pantaloni morbidi, rigorosamente a una pince. Nella serata, presentata da Rosanna Cancellieri e Attilio Romita, saranno assegnati gli Oscar all’Eleganza Europea al principe Serge di Jugoslavia e al produttore musicale Davide Zard. In questi giorni c’è stata anche la presentazione, all’hotel Savoy, dell’ultima collezione del sarto marchigiano Vittorio Camaiani: capi e accessori molto originali, tutti ispirati alla figura del cerchio. Camaiani, che ha l’atelier a San Benedetto del Tronto ma viene periodicamente dalle sue clienti nella capitale, ha restaurato gli abiti appartenuti al grande direttore d’orchestra Arturo Toscanini e alle donne della sua famiglia, incaricato dalla nipote donna Emanuela di Castelbarco che è una delle sue testimonial. La mostra del guardaroba di casa Toscanini, curata da Angelo Bucarelli, ha come tappe Torino, New York e Tel Aviv.