La spazzatura dei rom logora chi ce l’ha

(...) l’imprenditore di Sampierdarena, leader del Comitato in difesa delle piccole aziende locali, il quale praticamente convive da anni, in coabitazione coatta, con allegre famiglie di rom. Loro, i finti nomadi-veri stanziali, hanno dimostrato nel tempo di gradire la sistemazione ubicata proprio di fronte alla carrozzeria di cui Costa è titolare. E ci fanno di tutto: banchetto, dormitorio, discarica. Quando il cumulo di rifiuti supera il comune senso del pudore, senza che il Comune e l’Amiu abbiano provveduto come sembrerebbe logico, ecco che interviene l’ingiunzione: si fanno vive l’Autorità portuale o la Capitaneria di porto, per quanto di competenza - il suolo in argomento è demaniale - e il cittadino genovese «dirimpettaio», che già si sente cornuto, viene anche mazziato.
È il caso di Costa, che, sia detto per inciso, già paga regolarmente fior di bigliettoni per lo smaltimento di rifiuti normali e tossico-nocivi. Lui, comunque, ha seguito le vie istituzionali, ha chiamato l’Amiu e segnalato la situazione di degrado che dura da oltre quattro mesi. Neanche ci ha pensato un momento, lui, di «fare il furbo» e spostare la montagna di sporcizia e le carcasse lontano dall’azienda, e «chi s’è visto s’è visto». No, Costa è un fissato del rispetto della legge, non oserebbe mai. Immediato ed efficiente l’intervento dell’Amiu, tutto pulito in un amen. E in un amen arriva anche la fattura: in totale, un migliaio di euro oltre Iva! Non pagano i nomadi, che avete capito? Paga Costa, 60 giorni bonifico bancario! Causale: «Addebito per sgombero e disinfestazione area». Sanzioni in caso di inadempienza: la revoca della concessione. Piglia, pesa, incarta e porta in spalla. Evviva la «Città dei diritti». Degli altri. A proposito: i nomadi si stanno riappropriando del sito, banchetto, dormitorio, discarica. È meglio che Costa si prenoti già con l’Amiu, o meglio: si abboni a «sgombero e disinfestazione». Uno come lui, via!, non può mica suggerire ai genovesi, da ora in poi, di prendersi un camion e portare gratis la rumenta davanti a Tursi! O no?