Speculazione e Paesi emergenti guideranno la domanda

Nei prossimi 20 anni la domanda sui mercati delle materie prime sarà guidata dai Paesi emergenti e determinerà un rialzo strutturale a medio lungo termine delle quotazioni. Per i super esperti di McKinsey il cosiddetto superciclo delle materie prime, non solo non si può considerare completato, ma vedrà una nuova fase di rialzi semmai associata da una volatilità in aumento.
La fase di correzione dei mercati delle risorse di base, iniziata nel 2013 e che potrebbe proseguire anche nel 2014, rappresenta così soltanto una fase di consolidamento delle quotazioni che sono destinate nel medio termine a ripartire grazie alla speculazione e, soprattutto, alla domanda dei Paesi in via di sviluppo.
In tutti i casi le attuali quotazioni dell'oro (intorno ai 1.250 dollari l'oncia a fine novembre) sono sotto del 7% circa dalla media quinquennale (1.345 dollari): ha quindi uno spazio del 52% prima di ritoccare il suo massimo storico di 1.900 dollari del 5 settembre 2011.