Speleologi intrappolati in una grotta carsica

Due speleologi sono rimasti intrappolati ieri in una grotta a Carpineto Romano, in provincia di Roma. I due sono rimasti bloccati a circa ottanta metri di profondità, in una sorta di grotta carsica. A scendere ieri mattina sono stati in quattro, tutti tra i 20 e 30 anni. Quando si sono manifestate le prime difficoltà, però, uno si è staccato dal gruppo ed è riuscito, dopo vari tentativi, a tornare in superficie e a dare l’allarme. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e nel pozzo si sono calati gli uomini del Saf (il gruppo speleo, alpino, fluviale) che sono riusciti a riportare in superficie un altro del gruppo. Due giovani, invece, sono ancora intrappolati. Il livello dell’acqua nella grotta è lentamente salito e questo rende più complicato l’intervento dei vigili del fuoco e del soccorso alpino. La grotta sarebbe formata da gradoni a picco intervallati da corsi d’acqua: un ambiente difficile da gestire anche per i soccorritori.