S.Pellegrino Sapori Ticino: l'alta cucina si ritrova in Svizzera

Dal 23 aprile al 18 giugno, 26 appuntamenti animano il Canton Ticino con i grandi chef ticinesi e le firme dell'Associazione Le Soste

Alessandra Gesuelli

L'eccellenza italiana a tavola incontra quella svizzera. E' il tema dell'edizione 2017 di S.Pellegrino Sapori Ticino, dal 23 aprile al 18 giugno. Ventisei appuntamenti in tutto con 11 grandi cene, per festeggiare gli 11 anni del festival. «Dopo 10 anni di storia, la passione per l'enogastronomia non cambia, quest'anno abbiamo scelto Le Soste, associazione che riunisce molti dei migliori Chef italiani. Con loro condividiamo la visione di una cucina sempre più etica ma anche la spiccata voglia di sperimentare e la scelta di materie prime d'eccellenza» illustra l'ideatore Dany Stauffacher. E il programma di quest'anno lo dimostra. Dopo le cene di Gala oltre Gottardo, si inizia il 23 aprile all'Hotel Splendide Royal di Lugano, dove Domenico Ruberto ospita i colleghi Philippe Bourrel (Le Richemond Geneva), Pierre Crepaud (Le Crans Hotel & Spa) e Thomas Mahler (ParkHotel Vitznau) per una serata dedicata agli Swiss Deluxe Hotels.

Il 24 aprile iniziano gli appuntamenti con i grandi nomi della cucina de Le Soste. Il primo è Mauro Uliassi dell'omonimo ristorante Uliassi a Senigallia, insieme a Claudio Bollini al Seven Lugano The Restaurant. Oltre alle cene ufficiali, l'edizione 2017 di S.Pellegrino Sapori Ticino propone una decina di eventi speciali da non perdere. Il primo è il 30 aprile, da Nicola Costantini, al Ristorante Ciani a Lugano, con Franck Giovannini del Restaurant de l'Hotel de Ville di Crissier, 3 stelle Michelin, tra i primi al mondo. Maggio si apre con un momento unico. Il 3, al Seven Lugano The Restaurant si svolge la Young Chefs Night. Presenti alcuni dei finalisti under 30 del concorso internazionale S.Pellegrino Young Chef 2016. Riprendono le cene con ospiti alcuni dei grandi nomi dell'associazione Le Soste il 7 maggio: Sandro e Maurizio Serva del Ristorante La Trota sono accolti da Frank Oerthle, al Ristorante Galleria Arté al Lago del Grand Hotel Villa Castagnola di Lugano. L'8 maggio Martin Dalsass del Talvo by Dalsass e Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno si affiancano a Nicola Costantini, ai fornelli del Ristorante Ciani Lugano. Il viaggio enogastronomico prosegue il 14 maggio a Villa Principe Leopoldo di Lugano, dove lo chef Dario Ranza ospita Claudio Sadler, patron dell'omonimo ristorante a Milano e Presidente dell'Associazione Le Soste. Il 15 si ritorna all'Hotel Splendide Royal, con i bistellati Fabio Pisani e Alessandro Negrini, de Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano. Il 16 maggio, grandi vini e alta cucina con Alfio Ghezzi della Locanda Margon e le etichette di Château Palmer all'Arvi SA di Melano. Il 21 maggio, sulla terrazza del The View Lugano, si ritrovano Davide Scabin del Combal.Zero di Rivoli e lo chef Mauro Grandi. Il 22 maggio è la volta di Mattias Roock, il nuovo e talentuoso executive chef del Castello del Sole di Ascona, che apre le porte a Lionello Cera dell'Antica Osteria Cera. Giancarlo Perbellini, di Casa Perbellini a Verona, è il protagonista del 28 maggio, da Egidio Iadonisi allo Swiss Diamond Hotel di Vico Morcote. La sera dopo, il 29, al Conca Bella di Vacallo, arriva Moreno Cedroni, patron della Madonnina del Pescatore di Senigallia, il Clandestino di Portonovo e di Anikò, sempre a Senigallia, ai fuochi con Andrea Bertarini. Il primo evento di giugno è il 4, con Nicola Portinari del Ristorante La Peca di Lonigo ospite di Luca Bassan in una location d'eccezione, il Fiore di Pietra by Mario Botta, in vetta al Monte Generoso. Il 5 si va all'Hotel Eden Roc di Ascona dove Salvatore Frequente ospita il siciliano doc Pino Cuttaia de La Madia di Licata.

La serata finale si tiene per la prima volta al Casinò di Campione d'Italia l'11 giugno con 9 grandi firme ticinesi. Da segnarsi in agenda i due eventi al femminile al Ristorante Metamorphosis di Lugano: il 9 maggio c'è Patrizia Di Benedetto del Bye Bye Blues di Palermo, mentre il 6 giugno, è la volta della slovena Ana Ro, del Ristorante Hia Franko, nominata migliore Chef donna al mondo per il 2017 dalla classifica The World's 50 Best Restaurants di S.Pellegrino. Infine tornano le tre serate lounge per conoscere i nuovi talenti ticinesi ai fornelli e la camminata gastronomica Ti Ho Raccolto, il 18 giugno, per scoprire i prodotti locali, con TIOR e i contadini del Piano di Magadino.

Info: www.saporiticino.com.