Speriamo che la camorra ci lasci un po’ di letteratura

Il Premio Bancarellino 2008 è stato assegnato a Ragazzi di camorra di Pina Varriale che ha battuto Il ciondolo dei desideri di Alice Casadei, Fairy Oak di Elisabetta Gnone, La settima strega di Paola Zannoner, La chiave dell’alchimista di Cristina Brambilla. I libri finalisti sono stati valutati da una giuria formata da 7 studenti, tra gli 11 e i 13 anni di età. Niente da dire sul bel libro della Varriale. La camorra-gomorra, però, ha scalato le classifiche, fa botteghino al cinema. Adesso diventa la cosa che interessa di più a lettori giovanissimi (giustamente informati) che un tempo si sarebbero sciroppati Tre uomini in barca. Speriamo che a un certo punto diventi solo un brutto ricordo e non un must letterario.