Spesa, fra gli scaffali si fa largo il «mouse»

Mille metri quadrati dedicati ai gadgets per animali da compagnia, dai cibi alle cucce. Presto anche il veterinario e il servizio toelettatura

Collegarsi a un sito, cliccare con il mouse e ricevere a casa tutto quello che occorre per una bella cenetta. Evitando caos e coda alle casse. Quello che fino a qualche anno fa sarebbe sembrato un sogno è diventato una consolidata abitudine per migliaia di persone. Che scelgono di fare la spesa on line. Le principali catene di supermercati hanno predisposto un servizio di consegna a domicilio, al quale è possibile accedere dalla grande Rete. I siti sono vere e proprie vetrine virtuali, con tanto di immagine dei prodotti, prezzi e vendite promozionali. E, naturalmente, l’immancabile carrello da riempire. I vantaggi sono evidenti, i costi non sempre proibitivi. Uno dei siti più diffusi a Milano - la quota di mercato si avvicina all’80 per cento - è quello di Esselunga (esselungaacasa.it). Una apposita sezione, denominata «Clicca il pomodoro», permette di entrare in un enorme ipermercato virtuale, nel quale è possibile scegliere fra oltre 10mila prodotti. Dai pomodori pelati, ai detersivi; dai surgelati, a frutta, verdura e pesce freschissimi e di prima qualità. Basta un click sul camioncino giallo e la spesa arriva all’indirizzo scelto, nell'ora e nel giorno indicati. Il costo del servizio dipende dall'entità della spesa, e varia da 6,90 a 7,90 euro. Il pagamento può avvenire direttamente sul web o alla consegna con carta di credito o bancomat.
Non si discostano da questo schema gli altri siti. Le differenze riguardano soltanto costi e tempi. Il sito di Despar (spesaonline.com), per esempio, propone una lunga lista di prodotti fra i quali scegliere. Ma impone una spesa minima (30 euro) per poter usufruire della consegna a domicilio. La prima consegna è gratuita, dalla seconda in poi il costo è di 4,91 euro. La convenienza del servizio è però assicurata da vendite speciali, con sconti fino al 50 per cento. Le consegne avvengono tutti i giorni, dalle nove del mattino alle dieci della sera. Se l’ordinazione è fatta entro le 12, la spesa arriva in giornata. Fa riferimento al Gruppo Rinascente ed è uno dei più economici. Il sito iovorrei.it permette di scegliere fra 5mila prodotti e garantisce l’efficienza del servizio con la formula «soddisfatti o rimborsati». La consegna della spesa costa 5 euro e avviene nel giorno e nella fascia oraria indicati dai clienti. Si può pagare con carta di credito o bancomat. Uno dei siti più giovani, è nato nel 2000, è quello degli ipermercati Pellicano, volendo.com. Per fare la spesa è sufficiente registrarsi e poi cliccare sui prodotti prescelti. Il costo della consegna è di 6,90 euro, ridotto a 5,90 se gli acquisti superano i cento euro. Il servizio è gratuito per i disabili. La prenotazione della spesa è seguita da una email, che arriva sulla posta elettronica dei clienti per confermare l’operazione. Varie le modalità di pagamento, anche assegni e contanti alla consegna.