Spese Dove la Regione non fa Resistenza

Dopo aver pagato migliaia di euro per fare una figuraccia in tutta Italia con i manifesti taroccati, la Regione torna a spendere soldi per la Resistenza. Quei soldi che pure mancano in ogni voce del bilancio, che costringono i liguri a continuare a pagare gli aumenti delle tasse e delle gabelle decisi fin dalla prima «Finanziaria» di Claudio Burlando, che fanno battere cassa persino ai disabili cui la Regione vuole negare l’esenzione finora riconosciuta per l’assistenza in strutture residenziali e semiresidenziali. Quei soldi improvvisamente ci sono e possono essere spesi se si tratta di aumentare il contributo per finanziare associazioni (...)